67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Perché è importante sapere come operano i grandi operatori?

Pubblicata: 05.09.2023

IPerché è importante sapere come operano i grandi operatori?
Se non vuoi farti trascinare dai mercati e lasciare ogni operazione al caso, devi conoscere le azioni dei cosiddetti big player. Una volta capito chi sono i big player, dove stanno andando e come individuare e sfruttare le loro impronte sul grafico, guarderai al trading in modo completamente diverso. L'articolo di oggi ti aiuterà a farlo

Il mercato si muove al rialzo, al ribasso o lateralmente e noi, come trader al dettaglio, non abbiamo modo di influenzarlo. Dobbiamo semplicemente accettare il fatto che il mercato è guidato da grandi operatori il cui scopo principale è fare soldi e che hanno ogni sorta di opportunità per farlo. Per avere qualche chance contro queste istituzioni, dobbiamo prima conoscerle. Vediamo quindi come queste istituzioni influenzano i prezzi, quali tracce lasciano e come possiamo trarne vantaggio.
 

Chi sono i grandi attori del mercato e qual è il loro ruolo

Il maggior volume di denaro si trova nel mercato interbancario, che è composto da grandi operatori come le grandi banche, le istituzioni finanziarie e gli hedge fund. Questi operatori scambiano volumi enormi, influenzano le tendenze del mercato e hanno un impatto significativo sui tassi di cambio. Eseguono le loro transazioni per i seguenti motivi principali:
 

  • Copertura da movimenti valutari sfavorevoli (ad esempio, se una banca concede un prestito in una valuta estera, non vuole perdere denaro su quel prestito a causa di movimenti avversi dei tassi di cambio). Le istituzioni finanziarie, come i fondi pensione, si coprono dai movimenti dei tassi di cambio se investono in obbligazioni in valuta estera, ecc.
  • Effettuare speculazioni per ottenere un profitto. Le banche e gli hedge fund dispongono di reparti speciali, chiamati trading desk nel gergo bancario, dedicati a questo compito.
  • La compravendita di valute avviene anche quando si negoziano titoli, come azioni o obbligazioni, quotati in valuta estera.


Tra i maggiori operatori vi sono diverse banche globali come Goldman Sachs, JP Morgan, Deutsche Bank e altre. Queste banche dispongono di notevoli risorse e accesso alle informazioni. Il loro trading può avere un impatto significativo sul movimento delle coppie di valute.

I grandi protagonisti sono le banche centrali

 

Le banche centrali svolgono un ruolo fondamentale nel mercato in quanto assicurano la stabilità della valuta dei rispettivi paesi attraverso la politica monetaria. I tassi di interesse sono lo strumento principale. L'aumento dei tassi esercita una pressione sull'apprezzamento della valuta, mentre la riduzione dei tassi porta spesso a un indebolimento della moneta.

Un altro strumento è l'intervento, con il quale la banca centrale mantiene il tasso di cambio della valuta nazionale entro una certa fascia di prezzo, vendendola in grandi quantità se è sopravvalutata o acquistandola dalle sue riserve valutarie se è sottovalutata.
 

Le grandi imprese internazionali possono anche essere descritte come "big players".


Le grandi imprese internazionali che si dedicano al commercio estero, importano o esportano merci, scorte, ecc. in valuta estera e hanno quindi bisogno di coprirsi dal rischio di cambio. Non vogliono trarre profitto dai tassi di cambio favorevoli e dalle speculazioni; il loro obiettivo è realizzare vendite con il loro prodotto principale, che può essere, ad esempio, l'automobile, i prodotti alimentari, i prodotti farmaceutici o le materie prime come il petrolio, il grano, ecc. La copertura del rischio di cambio elimina le perdite derivanti dalle oscillazioni dei tassi di cambio sui profitti dell'azienda.
 

5 modi in cui i grandi operatori influenzano il mercato

Grazie alle ingenti risorse finanziarie di cui dispongono i grandi operatori, è chiaro che avranno un impatto notevole sui mercati. In primo luogo, immettono sul mercato ordini di grandi dimensioni, che il mercato tende ad evadere. Il prezzo si muoverà quindi nella direzione in cui sono stati piazzati questi ordini.
 
Inoltre, i grandi operatori hanno la possibilità di ottenere un vantaggio sul mercato attraverso varie manipolazioni. Alcune sono legali, altre tendono a essere illegali. Vediamone alcune.
 

  1. Selezione di ordini pendenti - tipicamente stop loss

    Questo accade molto spesso sui mercati e non può essere definito una manipolazione illegale. Il punto è che il grande operatore vede nella liquidità interbancaria dove vengono piazzati gli ordini degli altri trader. Questi si trovano spesso al di sotto di chiari livelli di supporto o al di sopra di chiare resistenze. Il big player ha la capacità di spostare il prezzo su questi livelli e, una volta raccolti gli ordini, il mercato si trasforma.
     
    Un'idea sbagliata comune dei trader al dettaglio è che questi stop loss siano sempre scelti dal broker. Questo è teoricamente possibile con i broker che utilizzano il modello Market Maker, ovvero che fanno il mercato e sono la controparte dei loro clienti. Purple Trading, tuttavia, è un broker STP puro che non opera contro i propri clienti perché invia gli ordini direttamente ai propri fornitori di liquidità.
     
  2. Notizie false

    I grandi operatori pubblicano un rapporto che potrebbe non essere basato sulla verità. Ad esempio, possono diffondere notizie false su una società o addirittura sull'intero mercato per spostare il mercato a loro favore.
     
    Le notizie false possono riguardare una situazione in cui una banca rilascia un annuncio in cui prevede che una coppia di valute scenderà o salirà. E se la banca avesse una posizione perdente su quella coppia che deve compensare?
     
  3. Pump and Dump

    Se hai visto il film The Wolf of Wall Street, saprai che si tratta di una tecnica illegale con cui un soggetto fa salire il prezzo di uno strumento acquistando grandi volumi. Diffondendo la notizia, attira poi altri acquirenti. Una volta che il prezzo è sufficientemente alto e che un numero sufficiente di investitori ordinari è stato attirato, l'ideatore inizia a vendere ("dumping"), facendo scendere il prezzo. Questo è un esempio di pratica illegale spesso associata al mondo delle penny stock. Ma è possibile vederla anche nelle criptovalute, dove manca una regolamentazione.
     
  4. Spoofing the Tape

    Un'altra pratica illegale è lo spoofing. Lo spoofing si verifica quando sofisticati speculatori a breve termine immettono ordini nel mercato senza l'intenzione di eseguirli. Altri investitori vedono grandi ordini in attesa di essere evasi e credono che la balena del mercato stia cercando di comprare o vendere a un certo prezzo. Pertanto, piazzano il loro ordine di acquisto o di vendita allo stesso livello.
     
    Pochi secondi prima che il mercato scambi al prezzo del grande ordine, quest'ultimo viene ritirato dal mercato, ma gli ordini di altri piccoli investitori che non hanno avuto il tempo di reagire vengono successivamente evasi. Segue un'inversione del mercato nella direzione opposta a quella prevista dagli speculatori retail. 
     
    Poiché lo spoofing è un modo relativamente facile di manipolare i prezzi, attira i grandi operatori nonostante la minaccia di pesanti multe. La multa di quasi 1 miliardo di dollari che JP Morgan Chase ha ricevuto per aver manipolato il mercato delle materie prime ne è la prova.
     
  5. Wash trading

    Questa forma di manipolazione illegale consiste nell'acquisto e nella vendita costante e quasi istantanea dello stesso titolo da parte di un grande operatore. La rapida compravendita aumenta il volume del titolo e attira gli investitori che si lasciano ingannare dall'impennata del volume.
     
    Le manipolazioni sui mercati finanziari sono sempre avvenute e molto probabilmente avverranno sempre. Purtroppo fanno parte del gioco e noi trader al dettaglio non possiamo farci nulla. Possiamo però accettarlo come un dato di fatto e imparare a usarlo a nostro vantaggio.
     
    I candidati principali alla manipolazione sono gli strumenti che non vengono negoziati così spesso. Nel caso del Forex, possono essere alcune coppie di valute esotiche su cui il volume è minore. Le manipolazioni possono avvenire anche in momenti in cui il mercato è generalmente poco liquido, come ad esempio durante le vacanze di Natale o tra le 23:00 e le 02:00. Per evitare il rischio di manipolazione, è meglio non fare trading in questi casi.

Come si fa a conoscere l'attività dei grandi attori nel grafico

I grandi operatori non possono realizzare tutte le loro risorse in una sola volta. Se lo facessero, il prezzo inizierebbe a muoversi bruscamente in una direzione e non permetterebbe loro di realizzare l'intero volume. Pertanto, ogni big player colloca i propri fondi in una fascia di prezzo per un periodo di tempo più lungo e, una volta che ha caricato a sufficienza, innesca un'importante mossa di avvio verso il livello successivo.

Il graduale posizionamento degli ordini si manifesta sul grafico come consolidamento o come livello di prezzo al quale c'è più interesse a negoziare. Nel profilo del volume, che potete vedere nel nostro nuovo ebook Profilo del mercato, questo si manifesta come un livello con un picco elevato nell'istogramma, che indica un'area di interesse in cui il prezzo tende a tornare.

La mossa principale che dà inizio al movimento si manifesta con candele lunghe che lasciano dietro di sé dei caratteristici Price Value Gaps. Questi vengono visti come aree a basso volume nel profilo del volume.

Il grafico seguente mostra questo aspetto dell'indice NASDAQ. Il profilo del volume si riferisce a un periodo di una settimana.

 

Grafico 1: Profilo settimanale del volume e gap del valore del prezzo sul grafico H4 del NASDAQ
 

Il movimento di avvio delle candele lunghe è molto rapido, il prezzo rimane a un determinato livello solo per un periodo di tempo molto breve e quindi viene mostrato con un volume inferiore nel profilo del volume per un determinato periodo.

Come fare trading con i grandi operatori

In qualità di trader al dettaglio, abbiamo il vantaggio di poter individuare le impronte dei grandi operatori e di poterci entrare dentro. Ad esempio, possiamo farlo in questo modo:
 
  • Identifichiamo il punto in cui è iniziato il movimento di tendenza che accompagna i gap di valore dei prezzi. Spesso si tratta di un punto ad alto volume identificato nel profilo del volume.
  • Aspettiamo che il prezzo torni in quel punto.
  • Poi speculiamo sul fatto che il prezzo si staccherà nella sua direzione originale.

Vediamo un esempio, sempre sull'indice NASDAQ.
 


Grafico 2: NASDAQ su grafico H4 - livelli di ingresso al trading in base al volume secondo il Volume Profile

Abbiamo identificato tre livelli in cui è iniziato il movimento di apertura che ha innescato la tendenza al ribasso. Per coincidenza, si tratta del POC (Point of Control), ma non è necessariamente così. In rosso, sul lato destro del grafico, si trovano i Price Value Gaps ribassisti non riempiti. Questi rappresentano squilibri e quindi tendono a essere riempiti. Aspettiamo che il prezzo riempia i gap e torni nell'area da cui è iniziato il movimento al ribasso.  Poi speculiamo short.

Nel nostro caso, i livelli ideali sono il II e il I. Per il livello III, la situazione è incerta a causa della presenza di un altro Price Value Gap sopra questo livello. Poiché i gap tendono a essere riempiti, c'è il rischio che il prezzo non rimbalzi immediatamente al livello III, ma continui a salire verso questo gap.
 

Grafico 3: Entrare in un trade short a un livello con un volume significativo
 

Nell'immagine successiva, vediamo che nella settimana successiva il prezzo è tornato al livello II ed è stato seguito da un altro calo dei prezzi, che si è fermato praticamente al Value Area Low (VAL) della settimana precedente. Si sarebbe quindi trattato di un'operazione con un potenziale rapporto rischio-rendimento di 1:4 se avessimo speculato sulla VAL precedente.

Pertanto, le impronte dei grandi operatori sono visibili nei grafici sotto forma di Price Value Gaps e quindi di volumi più elevati ai livelli di prezzo che il Volume Profile può mostrarci. Un uso appropriato di queste conoscenze può aumentare le possibilità di successo nel settore del trading.

Fai trading con noi!


Il tuo capitale è a rischio.
67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.