67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Tendenze del trading nel 2023 - Strategia Smart Money e liquidità di trading

Pubblicata: 15.12.2023

Il trading Smart Money è stato molto popolare quest'anno. Ecco perché daremo un'occhiata a una delle sue tecniche che ha aiutato i trader a sfruttare al meglio le opportunità nel 2023.

Nel mese di dicembre, tutti i nostri articoli si soffermeranno leggermente sul tema delle tendenze che hanno prevalso nel trading di quest'anno. Poiché i nostri dati affermano che il trading Smart Money è stato l'approccio più popolare tra i trader nel 2023, abbiamo deciso di dedicargli due articoli.

Oltre all'articolo già scritto sullo Smart Money e sul trading con i blocchi di ordini, all'inizio dell'anno potrai aspettarti anche un articolo sul mondo degli investimenti alternativi e molti altri. Per il momento, però, concentriamoci sul trading con Smart Money e sulla tecnica di negoziazione (o ritiro) della liquidità che lo accompagna.

Perché la liquidità è importante?

Molti trader non si rendono conto che il prezzo dello strumento che seguono così da vicino non si muove in base agli indicatori. Gli indicatori sono ritardati e servono più o meno a consentire al trader di ordinare i dati di mercato in una sorta di aggregato, con cui poi lavorare. L'impulso al movimento dei prezzi è dato dalla liquidità rappresentata dagli ordini pendenti. Tali ordini sono, ad esempio, gli stop loss.

Ti è mai capitato che il mercato ti scegliesse su uno stop loss? In quel momento, sei diventato liquidità per qualcun altro. Se vuoi aumentare le tue possibilità di successo nel trading, dovresti imparare a cercare i punti del mercato in cui si trova la liquidità e cercare di entrare nel trade solo dopo che la liquidità è stata selezionata.

L'obiettivo di un trader dovrebbe essere: negoziare la liquidità, non diventarla.

Ebook: Come fare trading nel Forex

Una guida completa ai mercati finanziari. Spiegazione dei termini e dei concetti di base del trading sul Forex. Una descrizione dei passi necessari per scegliere un broker di qualità. Dimostrazioni delle formazioni di prezzo di base su un grafico e come operare su di esse

Dove cercare i livelli di liquidità?

Su varie formazioni di prezzo (ad esempio, il doppio top), linee di tendenza, supporti e resistenze orizzontali, Price Value Gaps, massimi e minimi di oscillazione precedenti, ecc.

Il principio è che i trader di solito cercano queste formazioni perché sono ampiamente conosciute, e piazzano i loro ordini pendenti - non importa se si tratta di uno stop loss o di un altro ordine (ad esempio, take profit, buy stop, ecc.) - ai livelli in cui queste formazioni li "attirano". Poiché tutti conoscono gli stessi principi, il volume degli ordini si accumula a livelli simili. Tuttavia, per il mercato (o per i grandi operatori) tutti questi ordini rappresentano liquidità e quindi cercheranno di spingere il prezzo dello strumento verso di loro.

In un grafico, il prelievo di liquidità si manifesterà con il fatto che a un determinato livello (facile da leggere per i trader e quindi da inserire nel trade), si verificherà prima un certo "overshoot" di tale livello, ovvero il prezzo effettuerà una rottura. Questo dà l'impressione che il prezzo inizi a muoversi nella direzione del breakout. Tuttavia, il prezzo si ritira e prosegue nella direzione opposta. Spesso una situazione di questo tipo viene vista sul grafico come una falsa rottura. Queste false rotture indicano che la liquidità è stata eliminata e quindi il prezzo può ora andare nella direzione opposta.

 

Spieghiamolo con un semplice esempio:

 

Rappresentazione semplificata della raccolta di liquidità

Rappresentazione semplificata della raccolta di liquidità


Nel punto A si forma un picco, quindi il trader traccia una linea orizzontale da questo livello, che rappresenta la resistenza. Al punto B, invece, si trova un minimo di oscillazione, che rappresenta il supporto.

Al punto 1, la resistenza è stata rotta. In questo caso, gli stop loss vengono selezionati dai trader che speculano short e/o gli ordini di stop buy dai trader che speculano sulla rottura della resistenza A e si aspettano un movimento al rialzo per la rottura. Coloro che speculano a lungo dopo la rottura piazzeranno i loro lotti di stop al di sotto del livello B o appena al di sotto del livello A. Questi ordini rappresentano quindi nuova liquidità per il mercato.

Questi ordini rappresentano nuova liquidità per il mercato. Pertanto, il mercato invertirà la rotta e, invece di salire, scenderà. Il ritorno del prezzo al di sotto del livello A crea quindi una falsa rottura al punto 2 e dopo questa falsa rottura il prezzo si dirige verso il basso.

Al punto 3 la situazione è analoga, ma inversa. In primo luogo, si verifica una rottura del supporto e questo è dovuto al fatto che gli ordini sono stati accumulati di nuovo qui. Questa volta si tratta di stop loss di quei trader che hanno speculato long o di ordini di stop di vendita di quei trader che si aspettavano una rottura e ipotizzavano che il prezzo si sarebbe diretto ulteriormente verso il basso. Dopo che questi ordini sono stati selezionati, il prezzo si inverte, si crea di nuovo una falsa rottura e il prezzo continua nella direzione opposta.

Suggerimento: se si identifica una falsa rottura nel grafico, di solito è un forte segnale per entrare in un trade nella direzione opposta.

uesto è, molto semplicisticamente, l'intero principio della selezione della liquidità. In pratica, naturalmente, gli esempi non saranno così chiari, bisogna imparare a cercare i livelli in cui può trovarsi la liquidità e poi aspettare pazientemente che venga selezionata. Si entra nel trade dopo che la liquidità è stata selezionata e l'inversione di prezzo è confermata in qualche modo (ad esempio da una candela engulf, o da un Price Value Gap, ecc.)

Dove si verificano i più frequenti prelievi di liquidità nel mercato reale

Il massimo e il minimo del giorno, della settimana o del mese precedente

Mostriamo un esempio di selezione della liquidità sul minimo del giorno precedente. Nell'immagine, abbiamo la coppia USDJPY sul grafico H1. Il punto A è il minimo del 14/11/2023, quindi offre un supporto orizzontale. I trader spesso ipotizzano che quando il prezzo si avvicina a questo minimo, rimbalzerà verso l'alto. Mettono uno stop loss al di sotto di questo supporto. Il giorno successivo, questo minimo è stato selezionato quando sono stati comunicati i dati sull'inflazione industriale degli Stati Uniti. I dati sono risultati migliori del previsto e quindi sarebbe logico che il dollaro si indebolisse. Ma è accaduto il contrario.

I grandi operatori hanno prima spinto il dollaro al ribasso dopo l'annuncio del rapporto per raccogliere gli ordini in sospeso che si erano accumulati al di sotto di questo supporto. Dopo aver raccolto questi ordini, il mercato ha invertito la rotta e si è rapidamente diretto verso l'alto per raccogliere ulteriore liquidità, che ora era rappresentata dagli ordini di quei trader che erano convinti che l'USDJPY dovesse scendere.

Pertanto, da una prospettiva fondamentale, questo rialzo intraday della coppia USDJPY era estremamente illogico. Tuttavia, dal punto di vista dell'azione dei prezzi secondo SMC, i grandi operatori hanno cercato di colmare il Price Value Gap che si era creato il 14/11/2023.
 

USDJPY su grafico H1

USDJPY su grafico H1

Suggerimento: i massimi e i minimi del giorno, della settimana e del mese precedenti tendono a essere livelli che il mercato ama testare. Dopo aver tolto liquidità a questi livelli, aspettate che il mercato inverta la rotta e crei una falsa rottura di quel livello. Solo allora prendere in considerazione l'operazione. La conferma dell'entrata nel trade può avvenire su un time frame inferiore, ad esempio un Price Value Gap, una candela engulfing, una pin bar, ecc.

1.2 Supporto e resistenza orizzontali

I ritiri di liquidità si verificano non solo sui massimi e sui minimi del giorno precedente, ma anche su vari massimi e minimi di oscillazione, e avvengono su tutti i time frame.
 

EURJPY su grafico D1

EURJPY su grafico D1


L'immagine mostra EURJPY sul grafico giornaliero. Al punto 1 si è formato un top, che è stato testato e leggermente superato al punto 2, ma il prezzo ha poi chiuso al di sotto di questa resistenza. Si è quindi creata una falsa rottura. La liquidità al di sopra della resistenza è stata eliminata.

Al punto 3, la liquidità è stata ripresa con maggiore forza. I trader che aspettavano questa situazione erano più fiduciosi perché vedevano che il top era già stato testato, quindi hanno ipotizzato che questa resistenza avrebbe funzionato di nuovo. In effetti ha funzionato, ma solo dopo che la maggior parte dei trader è stata espulsa dal mercato. Si trattava di coloro che avevano ordini buy-stop al di sopra di tale resistenza perché avevano speculato long dopo la rottura della resistenza, o ordini stop-loss perché avevano speculato short in corrispondenza di tale resistenza.
 

1.3 Linee di tendenza

Le linee di tendenza (TL) sono un altro luogo popolare per prelevare liquidità. La logica prevede che i trader piazzino ordini di stop-loss appena sopra una linea di tendenza al ribasso o appena sotto una linea di tendenza al rialzo. In pratica, la situazione è la seguente:

 

EURJPY on D1 chart

EURJPY su grafico D1


I punti 1 e 2 sono sufficienti per tracciare una linea di tendenza. Al punto 3 c'è stata una leggera rottura della TL, ma non è stata nulla di rilevante. Poi, al punto 4, la rottura della TL è stata più fondamentale, poiché il prezzo ha chiuso al di sotto della TL. Pertanto, c'è stata una raccolta di stop-loss che è stata posizionata al di sotto della TL.

Cosa succede nella testa del trader a questo punto? Principalmente, penserà che questa forte mossa e la rottura della TL significhino che il trend rialzista è finito e quindi inizierà a speculare short. E poiché vuole cogliere questa mossa proprio all'inizio per ottenere il prezzo migliore, entra rapidamente nel trade short senza aspettare un retest o qualche altra forma di conferma. Poi piazza un ordine di stop-loss al di sopra del prezzo. Tuttavia, questi SL rappresentano liquidità e quindi il prezzo è tornato al di sopra del TL.

Esistono molte variazioni sul tema della selezione della liquidità. Tuttavia, hanno sempre un denominatore comune, ovvero l'induzione.

Aumenta le tue conoscenze di trading con Purple Academy!

I trader di successo non smettono mai di imparare. Per questo motivo abbiamo creato la Purple Academy, dove potrai trovare articoli interessanti, ebook che ampliano le conoscenze e tutorial di trading dettagliati. Quindi, se sei interessato, tuffati e inizia a imparare! (È gratis).

Smart Money - Induzione di liquidità

Dagli esempi precedenti, avrete intuito di cosa si tratta. Quando il mercato crea una situazione leggibile, come una resistenza, il trader pensa che il prezzo girerà in quel punto ed entra nel trade short, mettendo lo stop loss sopra la resistenza.

Spesso, però, lo fa troppo presto per paura di perdere l'opportunità (tecnicamente nota come FOMO (Fear of Missing Out)). Anche la manipolazione dei prezzi a questi livelli può contribuire alla FOMO: ad esempio, il prezzo inizia a fare piccoli pullback, così il trader si convince che la mossa avverrà... ecc. Questa trappola attirerà altri trader. Una volta accumulato un numero sufficiente di ordini al di sopra della resistenza, questi saranno scelti per primi e poi inizierà la vera mossa.

L'induzione è quindi una situazione che dà l'impressione che il prezzo si muoverà in una certa direzione. Una volta che un numero sufficiente di ordini (che sono liquidità) è stato attirato, questi saranno scelti per primi. Solo dopo questa manipolazione si verificherà il movimento effettivo.

I diagrammi seguenti ci mostrano esempi di trappole diverse:

Esempi di "incentivi"
Esempi di "incentivi"

 

Gli incitamenti possono verificarsi in diversi trend e in diversi punti di prezzo

  • Le situazioni A e B sono esempi di situazioni in cui il trader pensa che la tendenza stia iniziando a girare, ma dopo la manipolazione il mercato continua nella sua direzione originale.
  • La situazione A mostra una chiara tendenza al ribasso. Non appena l'ultimo massimo inferiore viene rotto e si forma il primo massimo superiore, il trader inizia a pensare che si stia verificando un'inversione di tendenza (Change of Character) e inizia a speculare long. Tuttavia, gli stop loss che posiziona al di sotto del primo minimo superiore (contrassegnati da "HL") servono come liquidità che il mercato inizierà a raccogliere e quindi il prezzo inizierà a scendere nella direzione della tendenza principale.
  • La situazione B mostra un trend rialzista, quando si forma il primo minimo inferiore il trader inizia a pensare che si stia verificando un cambiamento di tendenza, quindi entra short, posizionando lo stop loss sopra il massimo inferiore (contrassegnato come "LH"). Questo viene quindi selezionato e il trend prosegue al rialzo nella direzione originaria.
  • Nelle situazioni C e D, si verificherà una situazione in cui il trader è convinto che il trend stia continuando nella direzione originale, solo che il mercato si gira nella direzione opposta.

  • Nella situazione C, si verifica una BOS (rottura della struttura) nel downtrend e si forma un nuovo minimo inferiore. Questo convince il trader che la tendenza al ribasso sta guadagnando slancio. Quando si forma un nuovo massimo inferiore, i trader collocano gli stop loss al di sopra di questo massimo inferiore (LH). Dopo aver raccolto liquidità, il prezzo continua a salire.
  • Nel caso della situazione D, ciò è analogo a un trend rialzista. Una volta che si verifica il BOS e si forma un massimo superiore, il trader è sicuro che il trend rialzista continuerà. Mette lo stop loss al di sotto del nuovo minimo superiore (HL). Questi ordini vengono poi selezionati e il mercato inverte.
  • Gli esempi precedenti suggeriscono che i livelli o i pattern che indicano dove si verificheranno i ritiri di liquidità tendono a essere più complessi delle semplici false rotture delle zone S-R orizzontali. Ma se inizi a guardare il mercato attraverso questa lente, acquisterai gradualmente un'esperienza che ti aprirà una nuova dimensione del trading.
 

Come fare trading sulla liquidità

  1. Su un frame superiore - settimanale, giornaliero o H4 - segna i principali livelli di prezzo e identifica la tendenza in atto (uptrend, downtrend, sideways).

  2. Poiché ora sai che il trading sulla liquidità funziona facendo in modo che il prezzo superi un determinato livello, a differenza del tradizionale tracciato dei supporti e delle resistenze, che tendono a essere mostrati come determinate zone di un certo intervallo, nel caso di questo concetto, basta tracciare una semplice linea che proviene dal punto più alto (nel caso della resistenza) o dal punto più basso (nel caso del supporto).

  3. Aspetta quindi che il prezzo salti oltre quel livello. Questo è un segnale che il mercato sta raccogliendo liquidità oltre quel livello.

  4. Il passo successivo è che il prezzo torni a scendere (sotto la linea di resistenza o sopra la linea di supporto). Questo indicherà che la liquidità è stata selezionata. Questo pullback deve essere valido, cioè la candela deve chiudersi in quell'area. La chiusura in quella zona deve essere chiaramente visibile (vedi grafici 5 e 6).

  5. Per entrare, attendere la conferma su un timeframe inferiore (ad es. Price Value Gap, engulf, pin bar, ecc.).

  6. Poiché il prelievo di liquidità è già avvenuto, è possibile imporre uno stop loss più stretto che consentirà di ottenere un RRR più favorevole. Questo è il principale vantaggio dell'intero concetto.


Esempio:

Nell'immagine, abbiamo la coppia AUDCAD sul grafico settimanale. Nel punto A si è formato un massimo, nel punto C un minimo. In questi punti tracciamo una linea che segna il limite di selezione della liquidità. Aspettiamo quindi che il prezzo "attraversi" questi limiti. Il "superamento" si è verificato ai punti B e D.
 

AUDCAD sul grafico settimanale
AUDCAD sul grafico settimanale


Passiamo quindi a un timeframe inferiore, in questo caso D1, dove attendiamo una forma di conferma dell'entrata. Nel caso della speculazione al punto B, la situazione era questa:

Il prezzo ha raccolto liquidità attraverso la candela n. 1, e nel corso della stessa giornata è tornato al di sotto di questa resistenza, dove si è chiusa anche questa candela. Questa chiusura al di sotto del livello di resistenza è distinta, chiaramente visibile e facilmente identificabile, quindi è valida (non sarebbe valida se il prezzo chiudesse al di sopra della resistenza, in corrispondenza della resistenza o solo leggermente al di sotto della resistenza, il che non sarebbe chiaramente evidente).

La candela 1 assomiglia anche a una pin bar, che è una formazione di inversione. Entrando alla candela successiva (indicata dalla freccia) e con uno stop loss al di sopra del massimo della formazione e speculando fino al supporto più vicino, si creerebbe un trade con un RRR di 1:5.
 

AUDCAD on D1 chart, speculation short
AUDCAD su grafico D1, speculazione short


Il grafico successivo mostra una situazione analoga, questa volta inversa.
 

AUDCAD on D1 chart, speculation long
AUDCAD sul grafico D1, speculazione lunga


Al punto D, il prezzo ha sfondato il supporto. Dopo il ritiro della liquidità, si è formato un engulf rialzista (candela 1) e il prezzo ha chiuso sopra il supporto. Anche in questo caso, possiamo notare che la chiusura sopra il supporto è significativa, è chiaramente visibile e facilmente identificabile. Si tratta di un segnale forte. Entrando sulla candela successiva e con uno stop loss al di sotto del prezzo più basso della formazione, si formerebbe un RRR di 1:3,5 fino al top maggiore più vicino.

Articoli consigliati

67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.