67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

TOP 3 azioni luglio 2023

Pubblicata: 03.08.2023

Ti stai chiedendo dove cercare la volatilità nei mercati azionari per speculare? Il nostro regolare riepilogo dei 3 titoli più scambiati dai clienti di Purple Trading per il mese di luglio ti darà un suggerimento su dove guardare.

La stagione dei risultati è in pieno svolgimento negli Stati Uniti e le sorprese non mancano. Oltre il 50% delle società dello S&P 500 ha già annunciato i risultati del secondo trimestre. Oltre l'80% di queste società ha finora riportato risultati migliori delle aspettative del mercato. Stiamo osservando una tendenza interessante tra le società che generano oltre il 50% dei loro ricavi negli Stati Uniti. I loro utili sono aumentati dello 0,4% rispetto all'anno precedente. Al contrario, le società che generano oltre la metà dei loro ricavi all'estero hanno registrato un calo degli utili di quasi il 21%. Il mercato interno sembra dimostrarsi molto affidabile per le aziende statunitensi e tutti i segnali finora indicano un atterraggio morbido per l'economia americana. La stagione degli utili porta tradizionalmente con sé una maggiore volatilità, di cui i trader attivi cercano di approfittare. E non è stato diverso per i clienti di Purple Trading. Vediamo quindi quali sono stati i 3 titoli più interessanti dell'ultimo mese e cosa dobbiamo aspettarci da loro per il futuro.

Boeing: un ritorno alle altezze?

Boeing è stata a lungo la vetrina dell'industria americana. Era uno dei maggiori fornitori delle forze armate statunitensi e il più grande produttore di aerei al mondo. Tuttavia, diversi tragici incidenti e la pandemia COVID hanno messo in ginocchio le azioni di Boeing e il mercato ha temuto a volte che l'azienda andasse in bancarotta. Tuttavia, sono passati più di tre anni da allora e Boeing sembra aver imboccato la strada giusta.

Lo dimostrano i risultati del secondo trimestre di quest'anno. I ricavi sono stati superiori alle stime (19,75 miliardi di dollari contro 18,45 miliardi di dollari) e gli investitori sono stati particolarmente soddisfatti del free cash flow, che ha superato le stime di 2,58 miliardi di dollari. Il mercato si aspettava un risultato negativo di 74 milioni di dollari. USD. Boeing ha inoltre riaffermato la propria guidance sul free cash flow per l'intero anno. Nonostante ciò, l'azienda ha chiuso il trimestre in rosso, con una perdita di 82 centesimi per azione. Tuttavia, il mercato si aspettava una perdita ancora più profonda, pari a 88 centesimi per azione. Sorprendentemente, anche la sezione difesa, spazio e sicurezza ha chiuso in perdita.
 

Azioni Boeing sulla piattaforma MT4 sul timeframe H4

Azioni Boeing sulla piattaforma MT4 sul timeframe H4


Tuttavia, gli investitori hanno reagito molto positivamente ai risultati e il titolo ha guadagnato il 9% in un solo giorno. Dall'inizio dell'anno, Boeing ha registrato un rialzo di oltre il 21%, superando la performance dell'indice S&P 500. Boeing è stata una delle aziende più colpite dai problemi della catena di approvvigionamento, che però fortunatamente stanno gradualmente scomparendo. La produzione dell'azienda è ora stabile, con 136 aerei consegnati nel trimestre, 15 in più rispetto a un anno fa. La produzione del più venduto Max è riuscita ad aumentare da 31 a 38 aerei al mese. Quest'anno Boeing dovrebbe consegnare tra i 400 e i 450 737. L'azienda dovrebbe consegnare circa 80 787 Dreamliner quest'anno. Le consegne del 737 più piccolo, il Max 7, dovrebbero iniziare l'anno prossimo, leggermente in ritardo rispetto alle previsioni iniziali.

Boeing continua quindi a godere di una forte domanda e il miglioramento della situazione finanziaria potrebbe prolungare l'attuale rally. Per il periodo 2025/2026, Boeing prevede che i ricavi si aggireranno nuovamente intorno ai 100 miliardi di dollari all'anno, un livello che l'azienda ha superato solo una volta in passato, nel 2018, prima di tutti i problemi citati. I margini dovrebbero raggiungere il 10%, quindi l'utile operativo potrebbe aggirarsi intorno ai 10 miliardi di dollari. Sebbene l'obiettivo sia audace, l'azienda potrebbe raggiungerlo.

Tuttavia, un ritorno del titolo ai livelli iniziali (circa 450 dollari) non è certamente garantito. Sebbene Boeing stia riducendo il proprio debito, quest'ultimo è ancora superiore di 40 miliardi di dollari rispetto a 5 anni fa. Tutto indica che il flusso di cassa libero nel prossimo periodo sarà destinato principalmente alla riduzione del debito. Gli investitori non possono quindi contare troppo sui dividendi o sui riacquisti di azioni. Ciò significa che, almeno nel medio termine, le azioni Boeing saranno preferite soprattutto dagli speculatori.

Investire in azioni Nikola per giocare con il fuoco?

Le azioni Nikola sono da tempo popolari tra i clienti di Purple Trading per la loro volatilità. Nikola è stata all'altezza della sua reputazione, con un aumento delle azioni del 127% nell'ultimo mese e di oltre il 300% dalla fine di maggio. Tuttavia, a maggio eravamo ancora preoccupati per il delisting della società dal mercato azionario, dato che il prezzo per azione era sceso ben al di sotto di 1 dollaro. Cosa c'è dietro l'aumento vertiginoso delle azioni della società?

Nikola ha firmato contratti per la fornitura dei suoi camion a diverse aziende. L'ultima è J.B. Hunt Transport, che acquisterà 13 camion da Nikola. Inoltre, Nikola ha annunciato diverse nuove partnership nel settore delle forniture di idrogeno e delle infrastrutture di carburante. Gli investitori sono stati soddisfatti anche delle mosse che aiuteranno la casa automobilistica a rafforzare la propria posizione finanziaria. Qualche settimana fa, Nikola ha annunciato che avrebbe venduto il suo centro di idrogeno in Arizona all'australiana Fortescue Future Industries per ridurre le spese in conto capitale e raccogliere ulteriore liquidità. L'aumento del prezzo delle azioni ha anche riportato Nikola in linea con i requisiti di quotazione del Nasdaq, attualmente al di sopra dei 3 dollari.
 

Azioni Nikola in MT4 sul timeframe H4


Tuttavia, c'è un altro fattore dietro una crescita così massiccia delle azioni che non deve essere sottovalutato. Le azioni Nikola sono state a lungo fortemente shortate e c'era già una reale minaccia di delisting dalla borsa. La notizia positiva, tuttavia, ha attirato un esercito di investitori al dettaglio associati a titoli come AMC e GME. Così, ancora una volta, si è assistito a uno "short squeeze", ossia a uno spiazzamento degli speculatori in posizione corta. Tuttavia, nonostante il recente rialzo, dobbiamo etichettare le azioni Nikola come estremamente rischiose. Inoltre, l'aumento dei tassi di interesse rende più costoso il servizio del debito. Nikola può quindi raccogliere ulteriori fondi vendendo nuovamente le sue azioni, il che potrebbe far scendere nuovamente la capitalizzazione. Non sarebbe certo una mossa sorprendente e l'azienda potrebbe sfruttare l'attuale rally per raccogliere nuovi capitali. Anche gli addetti ai lavori possono approfittare dell'attuale prezzo più alto delle azioni. Nikola rimane quindi un buon titolo su cui speculare in entrambe le direzioni: qualsiasi notizia positiva o negativa può far salire la capitalizzazione della società di decine di punti percentuali in entrambe le direzioni.

La vendita di azioni minaccia Virgin Galactic

Virgin Galactic è un altro titolo adatto alla speculazione. Le azioni della società hanno cavalcato l'onda del ritorno del sentimento di rischio sui mercati quest'anno, guadagnando quasi il 20% dall'inizio dell'anno. A giugno, tuttavia, erano ancora del 50% al di sopra dei livelli attuali. Cosa c'è dietro il calo del titolo e quali sono le prospettive? Verso la fine di maggio Virgin Galactic ha completato con successo i test e a giugno la sua navetta spaziale è finalmente tornata alla frontiera dello spazio insieme alla sua clientela commerciale. Grazie a ciò, il titolo ha superato il livello di 6 dollari per la prima volta dopo molto tempo. Tuttavia, la ripresa è arrivata molto rapidamente. I risultati del secondo trimestre dell'azienda sono stati tradizionalmente di scarso valore. I ricavi sono aumentati, ma si sono attestati a soli 1,9 milioni di dollari per l'anno commerciale. In compenso, la perdita è aumentata, passando da 111 a 134 milioni di dollari.
 

Azioni Virgin Galactic sulla piattaforma MT4 sul timeframe H4


Durante il trimestre, la liquidità disponibile è aumentata in modo interessante, ma qui sta il problema più grande. La società ha deciso di sfruttare l'aumento del prezzo delle azioni dopo il volo commerciale di giugno per raccogliere ulteriore capitale vendendo altre azioni. Ha raccolto altri 300 milioni di dollari. Tuttavia, gli investitori non hanno reagito bene alla vendita di azioni e le azioni di Virgin Galactic sono scese a 4 dollari.

Inoltre, la società prevede di raccogliere 400 milioni di dollari di capitale aggiuntivo attraverso la vendita di azioni per finanziare lo sviluppo di nuove navette spaziali. I voli commerciali dovrebbero continuare - il prossimo è previsto per la prossima settimana. Le navette Eve e Unity salirebbero ai confini dello spazio ogni mese, ma Virgin Galactic prevede di introdurre nuovi modelli che potrebbero volare settimanalmente entro il 2026. Sebbene un altro volo commerciale di successo possa favorire il rialzo del titolo, vista la prevista vendita di altre azioni, Virgin Galactic appare ora molto rischiosa.

Inizia a fare trading con i CFD oggi stesso

 
Il tuo capitale è a rischio.

Articolo consigliato

67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 67,90 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.