I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.  67,30% degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

TOP 3 titoli CFD più scambiati di questa settimana: Boeing, Amazon, Alibaba

La stagione degli utili è ancora in pieno svolgimento nel mercato statunitense e i trader ne stanno raccogliendo i frutti. I risultati economici portano con sé una maggiore volatilità, di cui i trader cercano di approfittare. Vi presentiamo un riepilogo dei 3 titoli più scambiati da Purple Trading nell'ultima settimana. Cosa c'è dietro la loro popolarità e quali sono le prospettive per il futuro? Potete leggere tutto questo nell'articolo di oggi.

Boeing - la luce alla fine del tunnel?

Boeing è sempre stato il beniamino degli investitori e del pubblico americano. È uno dei maggiori produttori di aerei al mondo e uno dei partner più importanti dell'esercito statunitense. Tuttavia, negli ultimi anni, un problema dopo l'altro si è accumulato intorno a Boeing. Gli incidenti del 737 Max nel 2018 e nel 2019 hanno messo a terra il modello, causando perdite sulle azioni Boeing. Un colpo ancora più grande è stato inferto all'azienda dal coronavirus, che ha praticamente azzerato la domanda globale di aerei. Per diversi trimestri consecutivi, Boeing ha riportato risultati assolutamente tragici e a volte si è persino parlato di bancarotta. Qual è la situazione attuale di Boeing?


boeing-graf-mt4
Grafico 1: Azioni Boeing sulla piattaforma MT4 sul timeframe D1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni/em>


L'anno 2022 non è molto positivo per Boeing (così come per l'intero mercato). Nonostante ciò, Boeing è in ritardo rispetto al mercato, avendo perso oltre il 22% da un anno all'altro. Inoltre, alla fine di luglio, Boeing ha riportato risultati finanziari piuttosto negativi. L'azienda ha consegnato 121 nuovi aeromobili nel trimestre, ovvero 42 in più rispetto all'anno precedente. Inoltre, Boeing è pronta a riprendere le consegne del 787 Dreamliner. Un'altra notizia positiva è l'ordine da parte di Delta Airlines di 100 aerei 737 Max. Tuttavia, questo è tutto per quanto riguarda gli aspetti positivi.
 

Sia la perdita per azione che gli utili sono stati nettamente inferiori alle aspettative. Inoltre, l'azienda sta lottando per aumentare la produzione a causa di problemi legati alla catena di approvvigionamento e ai dipendenti. Almeno ha sempre potuto contare sulle entrate derivanti dai contratti militari, ma anche queste sono state inferiori alle aspettative. Inoltre, l'azienda sta ancora aspettando il ritorno del 737 Max nei cieli cinesi. L'azienda ha ancora più di 290 velivoli a terra, di cui circa la metà dovrebbe essere destinata alla Cina.
 

Tuttavia, nonostante le notizie negative, Boeing potrebbe avere una seconda possibilità grazie alle crescenti tensioni geopolitiche. È questo che ha reso Boeing uno dei titoli più ricercati non solo nel Purple Trading, ma anche in tutto il mondo. In effetti, la visita di Nancy Pelosi a Taiwan ha nuovamente ravvivato le relazioni politiche tra Stati Uniti e Cina. Inoltre, secondo quanto riferito, altri funzionari governativi statunitensi si stanno recando a Taiwan. Ricordiamo che Taiwan è estremamente importante per il mondo intero, grazie alla produzione di chip. Allo stesso tempo, la Cina considera questo territorio come proprio, contro la volontà di Taiwan. Nell'eventualità di un'ulteriore escalation del conflitto, anche Boeing potrebbe trarre notevoli vantaggi da un'eventuale corsa agli armamenti degli Stati Uniti (e dei partner). Tuttavia, il problema rimane la debolezza della catena di approvvigionamento che impedisce a Boeing di espandersi ulteriormente.

Inizia a fare trading con i CFD oggi stesso

 
Il tuo capitale è a rischio.

Amazon - un gigante in vendita?

Le azioni Amazon sono state scambiate con un rapporto di 20:1 per oltre due mesi. Da allora, il loro andamento è stato un giro sulle montagne russe. Nonostante ciò, le azioni Amazon hanno guadagnato più del 10% dalla scissione. Tuttavia, sono ancora in ribasso di circa 50 dollari rispetto ai massimi annuali. È quindi il momento giusto per acquistare le azioni del gigante? I risultati degli utili di fine luglio suggerirebbero che Amazon è in ottima forma. Le vendite hanno battuto le aspettative e la sezione Amazon Web Services continua a registrare performance superiori alle aspettative. Anche le previsioni per il terzo trimestre sono positive: Amazon vede ora un fatturato compreso tra 125 e 130 miliardi di dollari, pari a un aumento del 13-17% rispetto al terzo trimestre dell'anno precedente.


Amazon-graf.akcie-mt4
Grafico 2: Azioni di Amazon nella piattaforma MT4 sul timeframe D1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni


Ma anche per Amazon non sono stati solo arcobaleni e unicorni. A causa dell'inflazione, i costi dell'azienda stanno aumentando in modo significativo e, come altre aziende tecnologiche, Amazon ha deciso di licenziare dipendenti. Nel secondo trimestre ha licenziato quasi 100.000 dipendenti. Inoltre, Amazon ha cancellato una grossa perdita dovuta all'investimento nella società automobilistica Rivian, le cui azioni sono crollate della metà nel secondo trimestre. Quest'anno Amazon ha già ammortizzato più di 11 miliardi di dollari su quell'investimento (vi sentite ancora in colpa per alcune scelte di investimento sbagliate?). Ma torniamo agli aspetti positivi. A differenza dei rivali Meta Platforms e Alphabet, Amazon è riuscita ad aumentare le entrate pubblicitarie. È quindi il momento giusto per comprare?
 

Come Walmart, Amazon riflette l'umore generale dei consumatori statunitensi. Le vendite di entrambe le società sono state una piacevole sorpresa e anche le prospettive sembrano interessanti. Tuttavia, le nubi si addensano ancora sui mercati e il recente rally del mercato orso potrebbe essere vicino, se non addirittura superato, al suo picco. Pertanto, se il nervosismo dei mercati dovesse aumentare ulteriormente, potrebbero esserci migliori opportunità di acquisto di azioni. Il periodo attuale favorisce quindi maggiormente gli speculatori.

 

Alibaba - un paradiso per gli speculatori

Tra le aziende più grandi, Alibaba è quella che ha sofferto di più negli ultimi anni. L'azienda è stata sotto pressione a causa delle continue speculazioni sul delisting negli Stati Uniti e anche a causa dei problemi con le autorità di regolamentazione cinesi. Il tutto è culminato nel fallimento dell'IPO di Ant Group e il fondatore di Alibaba Jack Ma è addirittura scomparso completamente per alcune settimane. Inoltre, il coronavirus sta ancora imperversando in Cina, incidendo in modo significativo sull'economia del Paese, che sta gradualmente rallentando. Inoltre, dall'inizio dell'anno, le già malconce azioni di Alibaba hanno perso quasi un quarto della loro capitalizzazione. Un'occhiata al grafico sottostante suggerisce che le azioni Alibaba sono un rifugio per i trader in cerca di volatilità.


Alibaba graf akcie mt4
Grafico 3: Azioni Alibaba sulla piattaforma MT4 sul timeframe D1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni


Le azioni Alibaba sono sicuramente una delle più polarizzate del mercato. Alcuni trader le vedono come una grande opportunità (e ora a buon mercato) di investire nella più grande società di e-commerce del mondo nel più grande mercato del mondo. Altri, invece, vedono il rischio associato all'investimento nel mercato cinese come troppo grande. Le crescenti tensioni geopolitiche tra Cina e Stati Uniti tenderebbero a favorire quest'ultimo gruppo. Inoltre, i grandi investitori stanno abbandonando Alibaba, che la scorsa settimana ha nuovamente attirato l'attenzione degli speculatori.

Gran parte della sua partecipazione è stata venduta a SoftBank, un gruppo di investimento guidato da Masayoshi Son. Il quale ha praticamente costruito il suo nome sull'investimento in Alibaba e la sua uscita è quindi un segnale decisamente ribassista, anche se SoftBank è ormai nota per le sue difficoltà finanziarie. Tuttavia, è il leggendario investitore Ray Dalio, che è stato un grande sostenitore delle aziende cinesi, che dovrebbe ricevere ancora più attenzione. Infatti, anche la sua società, Bridgewater Associates, ha venduto la scorsa settimana la sua partecipazione in Alibaba. Sembra quindi che i grandi investitori stiano abbandonando la nave che affonda. A detta di tutti, le azioni Alibaba rimarranno un rifugio per gli speculatori.

Inizia a fare trading con i CFD oggi stesso

 
Il tuo capitale è a rischio.