I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.  67,30% degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Come in una sceneggiatura di un film di Hollywood: La resurrezione del settore turistico

L'estate è arrivata, la pandemia di coronavirus si sta allontanando grazie al successo della vaccinazione e le persone sono desiderose di viaggiare. Le azioni delle società del settore turistico stanno vivendo un boom senza precedenti. In questo articolo analizzeremo le più interessanti e discuteremo come trarne potenzialmente profitto.

Venezia, Bali, Santorini. Destinazioni bellissime e conosciute da molti turisti per le loro caratteristiche paradisiache. Ma durante la pandemia di coronavirus, questi luoghi si sono improvvisamente trasformati da destinazioni paradisiache illuminate dal sole in città fantasma abbandonate. L'industria del turismo è stata tra le più colpite dalla pandemia e la maggior parte delle principali destinazioni turistiche si è completamente spopolata. Hotel, compagnie aeree, operatori di crociera, ristoranti, casinò e molti altri ne sono stati vittime. Tuttavia, con la scomparsa del coronavirus e la maggiore vaccinazione della popolazione, la voglia di viaggiare è cresciuta notevolmente. Le aziende che erano sull'orlo del fallimento stanno ora lottando per soddisfare la domanda. Quali sono le prospettive per il settore nei prossimi mesi e come possiamo trarne vantaggio?

Crociere in tempi di pandemia: dalle favole all'incubo

Probabilmente non è necessario analizzare nel dettaglio i crolli di singole aziende e industrie durante il periodo del coronavirus, poiché questi hanno riempito costantemente i titoli di quasi tutti i media. Tuttavia, vale la pena sottolineare un settore: quello delle crociere. Nell'era precedente al 2020, era l'epitome dell'ideale di viaggio. Enormi navi da crociera, dotate di tutto ciò che si può immaginare, ci portavano nelle destinazioni più esotiche. Sembra fantastico, non è vero? Ma c'è una piccola fregatura. Pochi probabilmente si aspettavano che queste navi di lusso si sarebbero trasformate nell'incubo dei viaggiatori. Invece del lusso, i passeggeri si sono ritrovati rinchiusi in una sorta di prigione galleggiante dove il contagio da Covid-19 si stava diffondendo in modo incontrollato. Le azioni degli operatori di crociere hanno quindi iniziato a scendere rapidamente, raggiungendo in alcuni casi i minimi storici.

Disney Stock MT4 purple trading

Grafico 1: Azioni di Disney nella piattaforma MT4 sul timeframe W1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni

Ma anche qui c'è una luce alla fine del tunnel. Dopo due anni assolutamente tragici, anche le compagnie di crociera stanno tornando in auge, come dimostrano i ricavi in crescita: ad esempio, Royal Caribbean Cruises ha ottenuto ricavi più elevati nella prima metà del 2022 rispetto a quelli del 2020 e del 2021 messi insieme. E i ricavi per i mesi migliori dell'anno devono ancora arrivare. Inoltre, la compagnia ha lanciato una nuova nave da crociera pochi mesi fa, analogamente a Disney Cruise Lines (gestita da Disney, il cui grafico azionario è riportato sopra), che ha lanciato una nave chiamata Wish a giugno e ha in programma altre due nuove navi entro il 2025. Una mossa del genere sarebbe stata del tutto inaspettata solo due anni fa; probabilmente tutti hanno ancora il ricordo di navi da crociera in attesa di essere demolite invece di essere caricate di turisti.

Delta airlines stock graph mt4 purple tradingGrafico 2: Azioni di Delta Airlines sulla piattaforma MT4 sul timeframe W1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni

 

Tempi duri per le compagnie aeree

Potremmo trovare diverse storie simili al di fuori delle crociere. Un altro esempio potrebbe essere quello delle compagnie aeree, alcune delle quali probabilmente non sarebbero sopravvissute senza aiuti statali. Ad esempio, le compagnie aeree statunitensi hanno ricevuto oltre 50 miliardi di dollari dal governo per aiutarle a sopravvivere a questo periodo difficile. Più della metà di questa somma è stata destinata al pagamento degli stipendi del personale. Nonostante ciò, le compagnie aeree si trovano ad affrontare carenze di personale e soddisfare la domanda dei passeggeri è praticamente impossibile.

Al momento si sta verificando un fenomeno di "revenge travel" sul mercato, ovvero una situazione in cui le persone che sono state rinchiuse in casa negli ultimi due anni vogliono andare in vacanza a tutti i costi. Decine di migliaia di voli sono stati cancellati e rinviati. Quindi, se avete trascorso una vacanza senza problemi, potete considerarvi molto fortunati.

La rinascita delle aziende turistiche sembra ormai un film di Hollywood, ma la domanda è quale. Sarà un film con un bel finale in cui queste aziende risorgono completamente, o vedremo un film dell'orrore in cui un soggetto risorto traballa sul filo della vita e della morte come una specie di zombie?

Nonostante i risultati economici e le prenotazioni per i prossimi mesi (e per il 2023) siano molto positivi, ci sono sempre più venti contrari nell'economia globale che potrebbero rallentare significativamente la rinascita dei titoli del turismo.

Grandi onde all'orizzonte? E come trarne potenzialmente profitto?

Probabilmente in ogni settore legato al turismo possiamo trovare aziende le cui azioni si sono apprezzate di decine o addirittura centinaia di punti percentuali dal loro minimo storico nel 2020. Tuttavia, l'industria del turismo ha ancora molto da recuperare per raggiungere i numeri del 2019 e gran parte delle azioni sono ancora ben al di sotto dei prezzi pre-Coronavirus nonostante la crescita degli ultimi due anni. Tuttavia, nonostante gli aspetti positivi sopra menzionati, viene da chiedersi se gli investitori siano eccessivamente ottimisti. Lo stato attuale del mercato favorisce gli speculatori o gli investitori alla ricerca di valore?

 

Tutti i settori sopra citati sembrano avere un nemico comune nei prossimi mesi: una possibile recessione globale. L'inflazione nella maggior parte delle economie sviluppate sta lentamente ma inesorabilmente raggiungendo la doppia cifra e l'instabilità geopolitica globale sta portando i prezzi del carburante a livelli astronomici. Questo si riflette anche sul prezzo dei biglietti aerei e nei prossimi mesi, con l'arrivo della recessione, viaggiare potrebbe diventare un lusso. L'attuale appetito per i viaggi è indubbio, ma può inasprirsi rapidamente, poiché la necessità di risparmiare potrebbe presto imporsi. E a pagarne le conseguenze potrebbero essere le aziende del settore dei viaggi.


Non dimenticare la ciclicità


Va detto che il settore dei viaggi è tradizionalmente un settore ciclico. In tempi in cui è necessario stringere la cinghia, questa è una delle prime misure di riduzione dei costi. Inoltre, il coronavirus, che al momento sta confinando soprattutto la Cina, è ancora una minaccia importante. Tutti gli investitori in casinò e compagnie di crociera, dove i cinesi sono uno dei maggiori consumatori, dovrebbero prestare attenzione. Tutti questi fattori potrebbero mettere ulteriormente sotto pressione i titoli delle aziende del settore turistico, che in molti casi sono scesi molto più del mercato complessivo (misurato dall'indice S&P 500) dall'inizio dell'anno.


Airbnb stock mt4 purple trading graph

Grafico 3: Azioni di AirBnB nella piattaforma MT4 sul timeframe D1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni

Dove si può sfruttare l'alta volatilità del momento?


Una cosa sembra molto probabile: all'orizzonte si profilano grandi ondate che causeranno ulteriore volatilità in titoli già piuttosto volatili. Tuttavia, è possibile che non si verifichi uno tsunami simile a quello causato dalla pandemia di coronavirus. Un'occhiata ai grafici di titoli come Boeing, Booking Holdings, American Airlines, AirBnB e Marriott International mostra che hanno sofferto di una volatilità molto elevata dall'inizio del coronavirus.

 

Pertanto, i movimenti di prezzo delle azioni di decine di punti percentuali in un solo giorno, ad esempio dopo l'annuncio degli utili, non sono un'eccezione. La volatilità è ben accetta dai trader intraday e swing e, se combinata con la leva finanziaria, può produrre guadagni interessanti (ma ovviamente anche perdite). Tutto lascia pensare che gli speculatori che sfruttano le opportunità offerte dai CFD possano raccogliere i frutti nei prossimi mesi.

Apri un conto e fai trading con noi!


Il tuo capitale è a rischio.