I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.  67,30% degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

In cosa investire per il resto del 2022?

 

Se acquistate regolarmente singole azioni o anche ETF su indici azionari, potrebbe valere la pena di fare una pausa per qualche mese. I rischi si stanno riversando sui mercati globali da tutte le parti e potrebbero ancora presentarsi migliori opportunità di investimento in azioni. La domanda che sorge spontanea è: dove investire il capitale residuo per il resto dell'anno?

Cosa aspettarsi nei sei mesi successivi?

La risposta non è semplice, i mercati globali si stanno trasformando in un campo minato e tutti dovrebbero procedere con cautela. Mentre questo articolo viene scritto (settembre 2022), titoli e slogan legati alla crisi energetica e all'inflazione riempiono le pagine dei giornali. Non a caso, la crisi energetica si sta abbattendo sull'Europa, innescata in particolare dalla chiusura del gasdotto NordStream 1. Questo ha di conseguenza spaventato il mercato dell'energia. Questo ha di conseguenza spaventato i mercati del gas e dell'elettricità che sono saliti ai massimi storici. L'inverno si avvicina, la Russia ci tiene in pugno e il dibattito sul tetto dei prezzi dell'energia risuona in tutta la comunità europea.

 

Qualunque sia l'esito di questa situazione, è probabile che durante l'inverno pagheremo l'energia molto di più. Questo denaro mancherà poi nei consumi, per i quali l'attuale livello dei tassi di interesse è già in parte restrittivo. Se consideriamo il tasso di inflazione nelle principali economie, è probabile che questi continuino a salire. La scorsa settimana la BCE ha aumentato i tassi di interesse in modo significativo e la prossima settimana ci aspettiamo la stessa mossa dalla controparte statunitense. Gli utili societari globali potrebbero subire un duro colpo e potremmo assistere a una riduzione delle previsioni sugli utili futuri e a un aumento dei licenziamenti. Se questo paragrafo non vi ha scoraggiato, diamo un'occhiata ad alcuni settori e società che potrebbero prosperare anche in tempi così incerti.

Quali sono i settori che attualmente dovrebbero interessarvi?

Gli investitori potrebbero essere saggi nell'evitare i titoli ciclici, ovvero le società i cui risultati finanziari dipendono in modo significativo dal ciclo economico. Aziende come Netflix o Starbucks potrebbero quindi essere sotto pressione, essendo tra i primi luoghi in cui i consumatori risparmiano in tempi di ristrettezze. Lo stesso vale per le aziende di beni di lusso.


Potrebbe quindi essere più interessante cercare i cosiddetti titoli difensivi, ossia le azioni di società che generalmente sovraperformano il mercato anche in tempi di incertezza. Ma ciò non significa che questi titoli non possano crollare in caso di un crollo del mercato. Tra i titoli difensivi rientrano, ad esempio, gli operatori di telefonia mobile. Ad esempio, se si osserva il grafico di T-Mobile US (ticker TMUS), si potrebbe rimanere scioccati nel vedere che questo titolo è scambiato vicino ai massimi storici. Quest'anno il titolo T-Mobile US ha completamente ignorato gli indici, guadagnando quasi il 30% dall'inizio dell'anno (vedi grafico sotto).

 

Altri esempi di titoli difensivi sono le società la cui attività ruota attorno all'elettricità o all'acqua, elementi di cui è difficile ridurre il consumo. Anche i titoli anticiclici possono essere una scelta interessante: si tratta di società che, al contrario, aumentano i loro ricavi in tempi di ristrettezze. Non ci sono molte aziende di questo tipo, ma un esempio è la catena di negozi a basso prezzo Dollar Tree.


Grafico 1: Azioni TMUS sul grafico H4

Il tempo favorisce le speculazioni sul declino del mercato

Tuttavia, se avete paura di acquistare azioni in tempi così incerti, forse è meglio prendere in mano il destino del vostro denaro e gestirlo attivamente. L'attuale elevata volatilità dei mercati offre interessanti opportunità di trading agli speculatori. Se siete investitori disposti ad andare "controcorrente", ci sono molti strumenti per "shortare", ossia speculare sul ribasso dei mercati.

 

Lo shorting dei titoli ha dato ottimi risultati nel 2022. Tra i titoli peggiori dell'indice S&P 500 c'è il già citato Netflix, che ha perso oltre il 60% della sua capitalizzazione nei primi otto mesi dell'anno. Anche altre società famose come Meta Platforms e PayPal hanno perso oltre la metà del loro valore. Il rally estivo dei mercati azionari, tuttavia, ha favorito anche gli speculatori della crescita. Il grafico di PayPal qui sotto mostra come l'alta volatilità abbia favorito i trader in entrambe le direzioni durante l'anno.



Grafico 2: Azioni PYPL sul grafico H4

Quali investimenti è meglio evitare?

Il mondo delle criptovalute è un capitolo a parte, poiché reagisce in modo ancora più sensibile alle notizie globali rispetto ad altri asset. I prezzi attuali delle principali criptovalute possono sembrare interessanti, ma in caso di correzione dei mercati globali è probabile che le criptovalute scendano anch'esse, magari in caduta libera. Per questo motivo, per il momento è meglio evitare del tutto queste speculazioni. Una cosa è comunque chiara: detenere una parte eccessiva del proprio patrimonio in contanti non ha molto senso nell'attuale contesto inflazionistico. Tuttavia, il destino del vostro denaro è interamente nelle vostre mani.

Apri un conto e fai trading con noi!


Il tuo capitale è a rischio.