I CFD sono strumenti complessi, caratterizzati da un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva. Il 69,50 % dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando negozia CFD con questo provider. Occorre considerare attentamente se ci si può permettere il rischio di perdere soldi.

Forex e regolamentazione - Le basi da conoscere

Più di 5000 miliardi di dollari americani vengono scambiati sul mercato valutario su base giornaliera, rendendolo così uno dei mercati più liquidi al mondo. Questa è ovviamente una buona notizia per chiunque sia interessato a tentare la propria fortuna nel fare trading qui. Inoltre, grazie alle tecnologie moderne virtualmente chiunque può iniziare a fare trading nel forex oggi giorno.
 

Tuttavia, prima che qualcuno decida di seguire questo percorso di opportunità, deve sempre pensare alla sicurezza. Per sicurezza non intendiamo la protezione degli investimenti dalle perdite derivanti da operazioni non andate come sperato, ma alla protezione legislativa dei fondi di investimento dal punto di vista del riporre la propria fiducia in partner “sbagliati”.
 

Come vengono regolamentate le aziende di brokeraggio/intermediazione?

Nonostante sia sempre molto difficile determinare la percentuale esatta, si stima che meno del 10% dei broker sia regolamentato da un’autorità di vigilanza riconosciuta. In senso letterale, questo significa che la vasta maggioranza dei broker non è oggigiorno sufficientemente supervisionata e questo implica naturalmente dei rischi. Uno di questi è che tali aziende possono non agire sempre in modo del tutto corretto e nell’interesse dei propri clienti.
 

Rischi derivanti dal trading con un broker non regolamentato

Senza dubbio uno dei maggiori rischi che i trader si trovano a fronteggiare quando fanno trading con un broker non regolamentato è quello di frode. Nonostante sembri che la maggior parte dei broker sia sufficientemente regolamentato e che i trader abbiano determinate garanzie, la verità è che spesso si verifica l’esatto opposto.

Molti broker dubbi e di piccole dimensioni risultano regolamentati da un ente di vigilanza, ma le regolamentazioni applicabili spesso non proteggono gli utenti da frodi e pratiche commerciali scorrette, in quanto hanno sede in luoghi dove non si applica la legge internazionale e varie convenzioni.
 

Enti di regolamentazione e organizzazioni che forniscono un alto grado di protezione

CFTC – Autorità USA di supervisione del trading di future sui mercati di materie prime

NFA – Ente di regolamentazione USA per mercati di future e derivati

CySec – Autorità di vigilanza di Cipro

FCA – Un’organizzazione coinvolta nella regolamentazione dei servizi finanziari e gli istituti finanziari nel Regno Unito

 

Vantaggi di un broker regolamentato

  • un certo tipo di garanzia di comportamento e condotta morale, non solo da parte dei broker ma anche di altri operatori
  • gli obblighi di broker, banche e altre aziende di rispettare le norme stilate dall’ente di regolamentazione competente
  • in caso di errore, è possibile trovare l’azienda o limitare le attività in un dato mercato/li>
  • le società regolamentate sono soggette ad ispezioni regolari
  • norme consolidate possono proteggere i trader dalle frodi

Apri un conto e inizia a investire con Purple Trading


Il tuo capitale è a rischio.