I 3 titoli più importanti di novembre

Un rialzista sui mercati tedeschi, un rally azionario negli Stati Uniti e l'impatto del coronavirus sulla Cina. Un altro mese ricco di opportunità di trading è alle nostre spalle e 3 titoli in particolare sono i più promettenti per il trading. Scoprite quali sono in questo articolo.

La stagione degli utili negli Stati Uniti si è praticamente conclusa e gli operatori hanno assistito a un nuovo rally dei titoli, sostenuto da risultati economici soddisfacenti. Una forte tendenza rialzista ha prevalso anche tra le azioni tedesche. Tuttavia, la Cina è ancora alle prese con il coronavirus e i mercati azionari continuano a soffrire. Lo sanno anche i clienti di Purple Trading, che questo mese non hanno potuto staccare gli occhi da 3 titoli in particolare.

Alibaba - la maledizione cinese continua

Le azioni Alibaba sono da tempo una delle più popolari tra i clienti di Purple Trading. Guardando il grafico sottostante, non c'è da stupirsi. Le azioni Alibaba sono un incubo per qualsiasi investitore di valore che acquisti e detenga il titolo a lungo termine. Per i trader che possono approfittare della volatilità e operare in entrambe le direzioni, invece, può essere il paradiso in terra. In effetti, questo titolo è sceso di quasi il 40% dall'inizio dell'anno, una mossa davvero significativa. Tuttavia, il confronto con i massimi storici è molto più negativo.

 

Nell'ultimo mese, tuttavia, Alibaba si è comportata piuttosto bene e le sue azioni hanno guadagnato quasi il 20%. Quali sono le ragioni di questa inversione di tendenza? È il momento giusto per comprare?
 

Alibaba shares on the MT4 platform on the D1 timeframe along with the 50 and 100 day moving averages
Azioni Alibaba sulla piattaforma MT4 sul timeframe D1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni


L'ultimo mese è stato ricco di notizie contrastanti dal punto di vista di Alibaba. L'azienda ha registrato risultati relativamente solidi nel terzo trimestre. Gli utili per azione sono aumentati del 5% rispetto all'anno precedente, raggiungendo 1,82 dollari, e Alibaba ha anche annunciato un ulteriore riacquisto di azioni per 15 miliardi di dollari. Questi dovrebbero aggiungersi al precedente piano di riacquisto di azioni per un valore di 25 miliardi di dollari. Più negativo è stato il fatturato, che è sceso del 6% su base annua a 29,1 miliardi di dollari (almeno la sezione cloud sta andando bene, con vendite in aumento del 10% su base annua a 1,59 miliardi di dollari).

 

Si tratta del terzo calo consecutivo dei ricavi trimestre su trimestre, un dato allarmante per un'azienda di e-commerce. Tuttavia, questa sfortunata striscia dovrebbe essere interrotta nel quarto trimestre, che tradizionalmente è il trimestre migliore. Inoltre, il tradizionale Singles Day di Alibaba (11/11), che è una festività di vendita e porta enormi vendite ogni anno, è finito. Sebbene l'azienda non abbia reso note le cifre esatte, il volume di merci vendute dovrebbe essere simile a quello dell'anno scorso (circa 80 miliardi di dollari).

 

Tuttavia, il Paese più popoloso del mondo ha un grosso problema da risolvere in questo momento. La Cina sta ancora combattendo invano contro il coronavirus e il numero giornaliero di nuove infezioni supera le 30.000 unità. È il numero più alto dall'inizio della pandemia. La Cina sta combattendo il virus con misure severe e alcune città sono state chiuse per oltre 100 giorni. Le chiusure riguardano anche importanti aree industriali e non solo la produzione ma anche la domanda ne risente. La Cina sta attualmente affrontando proteste selvagge, che si dice siano le peggiori dal 1989. Questo potrebbe deprimere in modo significativo l'intero mercato cinese. Non dobbiamo inoltre dimenticare le tensioni geopolitiche in corso tra Cina e Occidente. La situazione intorno a Taiwan è ancora tesa e gli Stati Uniti hanno persino vietato l'esportazione di chip di ultima generazione in Cina. Visti i rischi attuali, le azioni Alibaba sono quindi adatte al massimo per la speculazione e non per la detenzione a lungo termine.

Zoom: benvenuti nel regno della volatilità

Zoom Communications può essere descritto come il regno della volatilità, con un calo del valore di quasi il 60% dall'inizio dell'anno. Un tale calo era probabilmente inevitabile, dopo che le azioni Zoom sono salite durante il periodo del coronavirus. Il prezzo attuale delle azioni è paragonabile a quello dell'inizio del 2020. L'adattamento a un mondo senza coronavirus è estremamente difficile per Zoom, che si trova così ad affrontare una dura realtà. Zoom può essere descritto come un "one trick pony", un'azienda che non ha più nulla da offrire agli investitori a lungo termine? Oppure il prezzo attuale può essere interessante per i portafogli a lungo termine?
 

Zoom shares in the MT4 platform on the D1 timeframe along with the 50 and 100 day moving averages
Azioni Zoom nella piattaforma MT4 sul timeframe D1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni


I risultati del terzo trimestre della società farebbero pensare alla prima ipotesi. I numeri in sé non sono stati male: l'utile per azione di 1,07 dollari ha superato le aspettative del mercato e il fatturato di 1,1 miliardi di dollari è stato in linea con le aspettative del mercato. Tuttavia, se c'è una cosa che non piace agli investitori è il declassamento delle prospettive per il prossimo trimestre o per l'intero anno. Zoom dovrebbe chiudere il 2022 con un fatturato di 4,37 miliardi di dollari, un valore inferiore a quello stimato dalla società stessa e dagli analisti. Per Zoom è molto difficile trovare nuovi clienti e il numero di abbonamenti via web è addirittura in calo.

 

Inoltre, Zoom ha un concorrente molto forte sotto forma di una delle più grandi aziende del mondo: Microsoft. I suoi Teams stanno rubando gran parte dei clienti di Zoom. Non dobbiamo inoltre dimenticare la concorrenza di Cisco e Google. Con l'aumento dei prezzi dell'energia, è possibile che le persone preferiscano lavorare dall'ufficio a casa propria. Per Zoom, come per molti di noi, potrebbe essere un inverno difficile. Pertanto, Zoom non può assolutamente essere definito un "acquisto" e probabilmente servirebbe un miracolo per fare la differenza.

Lufthansa: un decollo vertiginoso?

Se c'è qualcuno che sta beneficiando dell'era post-covida, sono le compagnie aeree. La forte domanda di viaggi sta facendo salire le loro azioni e Lufthansa, ad esempio, ha guadagnato più del 12% dall'inizio dell'anno, sovraperformando sia il DAX che l'S&P 500. Tuttavia, il grafico sottostante mostra che quest'anno non è stato privo di turbolenze e anche Lufthansa ha sperimentato un'elevata volatilità. Tuttavia, come l'indice DAX nel suo complesso, dalla fine di novembre sta vivendo un ottimo momento. In questo periodo, le azioni si sono apprezzate di quasi il 30%. Guardando ai risultati finanziari, non c'è da stupirsi: il fatturato è praticamente raddoppiato rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 10,1 miliardi di euro, mentre l'EBIT è quadruplicato a 1,1 miliardi di euro. Inoltre, Lufthansa ha alzato le previsioni per l'intero anno.
 

Lufthansa shares in the MT4 platform on the D1 timeframe together with the 50 and 100 day moving averages
Azioni Lufthansa nella piattaforma MT4 sul timeframe D1 insieme alle medie mobili a 50 e 100 giorni


Tuttavia, anche Lufthansa non è una compagnia priva di rischi, come ha già dimostrato la pandemia. Un aumento del numero di infezioni simile a quello che sta vivendo la Cina potrebbe ancora una volta colpire il settore dell'aviazione. Inoltre, la Cina è una delle destinazioni verso cui volano gli aerei Lufthansa. A settembre, inoltre, il sindacato dei piloti ha scioperato per ottenere un aumento dei salari. Questo sciopero è costato alla compagnia più di 70 milioni di euro e 800 voli cancellati. Tuttavia, non sono previsti altri scioperi fino a giugno 2023. Tuttavia, le azioni Lufthansa potrebbero pagare il prezzo dell'aumento troppo ottimistico delle azioni tedesche nelle ultime settimane. L'inverno può essere molto rigido in Germania e la minaccia di una recessione non è ancora stata scongiurata. Un'eventuale recessione potrebbe avere un impatto significativo sui viaggi in Europa.

Inizia a fare trading con i CFD oggi stesso

 
Il tuo capitale è a rischio.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio elevato di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.  76,60 % degli investitori al dettaglio perde il proprio capitale quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se sai come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.